Documento senza titolo
Ultimo aggiornamento: 24 giorni fa | Venerdì, 15 dicembre 2017 MEDPress.it su Facebook... Facebook | Segui MEDPress_Italia su Twitter Twitter | Forum | Rss...RSS
Il portale informativo della medicina del territorio. Assistenza primaria, SUES 118 e guardia medica
  Le News di MEDPress.it
È solo politica ragionieristica
Oltre alla demedicalizzazione delle MSA del territorio (il decreto esiste ancora e non è stato ritirato), alla paventata chiusura dei PTE nella provincia di Messina (la provincia più penalizzata in tutti i sensi), adesso anche la questione dei TSO.
Comunicato Stampa SNAMI | Pubblicato il 20.07.2017 | Articolo letto 679 volte      
COMUNICATO SNAMI MESSINA EST
ATTO SCELLERATO DI UNA POLITICA RAGIONIERISTICA.

Ondata di caldo record. Bollino rosso. Livello 3 di rischio per la salute. Condizioni di emergenza con possibili effetti negativi anche sulla salute di persone sane e attive, non solo dei sottogruppi a rischio come anziani, bambini e le persone affette da malattie croniche.
La politica però, prima di rinfrescarsi nelle località balneari più in voga e godersi le vacanze estive 2017 nei villaggi, ha generato un mostro che sta divorando inesorabilmente il Servizio di Emergenza 118 siciliano! Cosa voglio dire? Sta emanando con cadenza regolare ed indiscriminata tutta una serie di documenti, decreti e circolari, con cui verrà messo in ginocchio se non paralizzato il già martoriato e stremato Servizio 118!
Si è proprio così, cari cittadini! Mi spiego meglio. Si sta cercando di “riordinare” un Sistema ben organizzato, se non all’avanguardia, che fino ad oggi è riuscito nonostante tutto ad offrire alla cittadinanza in difficoltà una risposta rapida, sicura, efficace.
Ma vi chiederete, cosa centra il caldo 2017 con la politica e le ordinanze? Vi spiego cosa è accaduto oggi in Provincia di Messina! Nel pomeriggio del 19 luglio 2017, periodo in cui il sovraffollamento delle coste, l’afflusso turistico smisurato, il traffico straordinario, aumentano notevolmente il rischio di incidenti e l’efficienza nei soccorsi, la Centrale Operativa 118 di Messina, già in difficoltà coi suoi mezzi di soccorso, riceve una richiesta d’intervento dalla Psichiatria di Milazzo per effettuare un trasporto “secondario” di un paziente sottoposto ad ordinanza di TSO, verso la Comunità Terapeutica Assistita (CTA) di Gela.
Il Medico di Centrale, prontamente illustra al medico psichiatra richiedente le difficoltà presenti in questo periodo di dislocare un mezzo per un trasporto secondario, soprattutto se medicalizzato, ma si rende comunque disponibile ad inviare una ambulanza non medicalizzata, per venire incontro alle esigenze del caso e alla normativa vigente. Le “Linee Guida - Protocolli e Procedure Servizio S.U.E.S. 118 – Sicilia” (Decreto 30 aprile 2010) sono molto chiare in tal senso: «Il S.U.E.S. 118 della Regione siciliana si fa carico di trasporti secondari programmati, non urgenti, tra strutture sanitarie (trasferimenti, visite specialistiche, ecc). In questi casi la C.O. 118 ha il compito di mettere a disposizione un mezzo con autista, mentre il personale di assistenza deve essere fornito dalla struttura richiedente. La C.O. 118 può comunque disporre dei mezzi dedicati ai secondari quando liberi e nei casi di effettiva necessità, anche per l’invio in soccorsi primari. Nell’esecuzione di trasporti secondari è importante una precisa valutazione nella necessità del trasporto e sul momento più opportuno per la sua esecuzione».
Precisa inoltre che la C.O.118 di Messina non dispone ad oggi di mezzi dedicati ai trasferimenti secondari e che l’esecuzione di una ordinanza di TSO non può che essere considerato un trasferimento secondario non urgente, proprio perché la tempistica imposta dalla legge 833/78 non ha i caratteri di emergenza-urgenza tipici del Servizio 118. Per legge infatti lo stesso Sindaco ha 48 ore di tempo, dal momento della convalida, per emanare l’ordinanza di TSO, che deve essere eseguita comunque entro le successive 48 ore.
Prontamente si sente rispondere dal medico psichiatra che esiste un ulteriore decreto emanato dall’assessorato che impone invece tale compito al 118, minacciando di segnalare l’accaduto alle autorità competenti.
Il medico di Centrale ribadisce invece l’eccezionalità della presa in carico delle ordinanze di TSO del 118. Anche le Linee Guida del 2010 sopracitate recitano che «i mezzi del 118 non sono utilizzabili per attuare una ordinanza di T.S.O.». Per regola, oltre che logica, il trasferimento è a carico invece dello psichiatra del servizio territoriale reperibile, ribadendo che la tipologia del trasporto da struttura protetta richiesta, essendo inoltre differibile per legge nelle 48 ore, rientra inequivocabilmente in un “trasporto secondario”, per cui la C.O. 118 ha il compito di mettere a disposizione un mezzo con autista, mentre il personale di assistenza deve essere fornito dalla struttura richiedente, riservandosi comunque una precisa valutazione sul momento più opportuno per la sua esecuzione.
Circa un lustro fa, l’ Assessore alla Salute della Regione Sicilia ha emanato un ulteriore decreto, il D.A. 26 marzo 2013. Si legge: «Nelle ore di apertura dei servizi territoriali o se nel Dipartimento di Salute Mentale (DSM) competente per territorio è attivo un servizio di urgenza psichiatrica, sarà compito di questo fornire il personale per l’assistenza sanitaria sempre necessaria durante l’attuazione dell’ordinanza di TSO e quindi per accompagnare il paziente al SPDC indicato nell’ordinanza di ricovero. Per le ore della giornata in cui il servizio di urgenza non è ufficialmente in funzione, e nei luoghi dove non esiste affatto, sarà il “118” a garantire l’intervento sanitario pubblico necessario per l’attuazione del TSO. Queste raccomandazioni si applicano alle situazioni per le quali non è stata trovata una organizzazione soddisfacente e stabile».
Il compito demandato al 118 quindi assume un carattere eccezionale non strutturale, ma comunque a garanzia del paziente affetto da disturbo psichiatrico. Nel caso specifico il “118”, nella figura del suo Medico di Centrale, si è infatti reso disponibile a garantire nei tempi più idonei il mezzo ed il personale sanitario, ma non l’ambulanza medicalizzata, essendo il TSO un trasferimento secondario, cioè non dal territorio o da una abitazione privata (intervento primario), ma da una struttura ospedaliera “protetta” (Psichiatria) ad un’altra struttura ospedaliera di destinazione o come meglio definita CTA (Comunità Terapeutica Assistita).
Il medico di Centrale ha perciò anteposto correttamente l’esigenza di garantire l’ambulanza medicalizzata agli interventi primari sul territorio, di stretta competenza del 118, laddove esiste un imminente pericolo di vita, all’invio di un mezzo che si sarebbe assentato per ore per effettuare un intervento secondario di stretta competenza dei servizi territoriali o dei D.S.M.
Si segnala che tale anomalia, solo messinese, in cui viene richiesto di distrarre un’ambulanza medicalizzata dal Servizio di Emergenza 118 sul territorio, anche per oltre 12 ore , è stata più volte segnalata dalle Sigle Sindacali di Settore, con richiesta di incontro urgente con i vertici dell’ azienda sanitaria provinciale (ASP), ad oggi disattesa.
Mi corre obbligo infine ricordare all’utenza, anche medica, quale sia il ruolo per cui il 118 è stato istituito. Il Ministero della Salute nella sua campagna informa che: «Il servizio 118 è destinato esclusivamente alle persone che hanno avuto un grave malore o un incidente. Per un corretto uso dei servizi di emergenza-urgenza è importante ridurre la domanda inappropriata dei servizi di 118, per consentire un corretto funzionamento del sistema!».
Non è politica quella che con scelte folli interviene, servendosi di leggi basate su errati calcoli volti a un finto risparmio, per caricare compiti impropri se non ridicoli al 118, sottraendo inoltre ambulanze medicalizzate alle comunità e chiudendo Presidi Territoriali di Emergenza (PTE) strategici in Sicilia, con l’imminente rischio di disservizi al sistema nella sua funzione primaria di salvare la vita ai cittadini in pericolo.

Dott. Antonino Grillo
Referente Provinciale SNAMI
Settore Emergenza Sanitaria Messina
Rating:
100.0
2 voti
1 2 3 4 5
Condividi su Facebook
20.07.2017 - Durissimo comunicato stampa dello SNAMI emergenza sanitaria contro una certa politica ragionieristica che in questi ultimi tempi si sta registrando anche in Sicilia. Oltre alla demedicalizzazione delle MSA del territorio (il decreto esiste ancora e non è stato ritirato), alla paventata chiusura dei PTE nella provincia di Messina (la provincia più penalizzata in tutti i sensi), adesso anche la questione dei TSO.
Liguria
10.11.2017 - La graduatoria, redatta nei quattro settori di attività (Assistenza Primaria, Continuità Assistenziale, Medicina dei Servizi Territoriali ed Emergenza Sanitaria Territoriale), ai sensi dell'art. 15 dell'Accordo Collettivo Nazionale per la disciplina dei rapporti con i medici di medicina generale di cui all\'Intesa sancita in Conferenza Stato-Regioni del 29/07/2009, è pubblicata nel Supplemento Ordinario al Bollettino Ufficiale della Regione Liguria n. 44 - parte seconda - di giovedì 2 novembre 2017.
Sicilia
24.07.2017 - Pubblicate nel supplemento ordinario alla GURS n. 30 del 21.07.2017 le graduatorie regionali provvisorie dei medici di medicina generale valide per il 2018. Entro trenta giorni dalla pubblicazione in GURS, i medici interessati possono inoltrare istanza di riesame
della loro posizione.
Abruzzo
29.03.2017 - Pubblicata nel B.U. n. 31 del 10 marzo 2016 della Regione Abruzzo la graduatoria regionale definitiva dei medici di medicina generale valida per l'anno 2017 (DETERMINAZIONE 08.03.2017, n. DPF015/13).
Sicilia
23.12.2016 - Pubblicate nel supplemento ordinario n. 1 alla GAZZETTA UFFICIALE DELLA REGIONE SICILIANA (p. I) n. 56 del 23 dicembre 2016 (n. 40) le graduatorie regionali definitive dei medici di medicina generale valide per il 2017.
Sicilia
23.10.2016 - Pubblicate nel supplemento ordinario alla GURS n. 45 del 21.10.2016 le graduatorie regionali provvisorie dei medici di medicina generale valide per il 2017. Entro trenta giorni dalla pubblicazione in GURS, i medici interessati possono inoltrare istanza di riesame della loro posizione.
Sicilia
20.11.2015 - Pubblicate nel supplemento ordinario alla GURS n. 48 del 20.11.2015 le graduatorie regionali provvisorie dei medici di medicina generale valide per il 2016.
Continuità Assistenziale
10.04.2017 - Pubblicato il decreto del 22 marzo 2017 che modifica ed integra l’art.11 dell’AIR di continuità assistenziale. Viene introdotto uno specifico riconoscimento che consente ai medici la possibilità di concorrere all’assegnazione di incarichi provvisori e di sostituzione di continuità assistenziale, con la presentazione di apposita istanza, anche nel periodo che va dal 1° al 30 del mese di aprile di ogni anno. Quindi è riconosciuta la possibilità di presentare istanza di partecipazione per incarichi provvisori e di sostituzione in due diversi periodi:
1. nei trenta giorni successivi dalla pubblicazione nella Gazzetta Ufficiale della Regione siciliana delle graduatorie regionali definitive di medicina generale;
2. nel periodo che va dal 1° al 30 aprile di ciascun anno solare.
Rete IMA e Rete STROKE a Messina
24.05.2015 - Attivate con delibere aziendali da parte dell'ASP di Messina, l'Azienda Ospedaliera Universitaria "G. Martino" di Messina e l'A.O. Papardo-Piemonte di Messina con il 118 della CO di Messina le procedure della rete IMA (Rete STEMI in via sperimentale per adesso) e della rete STROKE.
Malattia medici
20.10.2014 - È cambiato nuovamente l'indirizzo a cui recapitare la comunicazione di inizio malattia per i medici convenzionati con la medicina generale (assistenza primaria, continuità assistenziale ed emergenza sanitaria territoriale).
Malattia medici
18.01.2014 - Nuova modulistica per comunicare alle Generali lo stato di malattia del medico di medicina generale. Disponibile per il download i moduli ufficiali da utilizzare per i medici di assistenza primaria e per i medici di continuità assistenziale ed emergenza sanitaria.
RSS Privacy policy | Cookie policy | Contattaci | Redazione | Forum MEDPress.it 2006-2017 © - Tutti i diritti riservati
Imposta MEDPress.it come tua pagina iniziale (solo con IE)... HomePage   Preferiti Preferiti   Lettera al Direttore... Scrivi Utenti on line: