Documento senza titolo
Ultimo aggiornamento: 16 giorni fa | Giovedì, 17 agosto 2017 MEDPress.it su Facebook... Facebook | Segui MEDPress_Italia su Twitter Twitter | Forum | Rss...RSS
Il portale informativo della medicina del territorio. Assistenza primaria, SUES 118 e guardia medica
  Le News di MEDPress.it
I medici del 118 incontrano il sottosegretario Faraone
Incontro questa sera a Patti tra una piccola delegazione di medici del 118 messinese con il sottosegretario alla salute, Davide Faraone.
MEDPress.it | Pubblicato il 26.04.2017 | Articolo letto 1157 volte      
I medici del 118 incontrano il sottosegretario Faraone
L'On. Davide Faraone. Nei riquadri i medici del 118, Antonio Bandieramonte (a sinistra) e Salvo Lucifora (a destra)
PATTI – Oggi è stata l’occasione per incontrare il sottosegretario alla salute, On. Davide Faraone, palermitano, già sottosegretario di Stato del Ministero dell'Istruzione, dell'Università e della Ricerca nel Governo Renzi ed dal 29 dicembre 2016 sottosegretario alla Salute del Governo Gentiloni . Nel corso di un incontro tra i sostenitori della Lista Renzi per le prossime primarie del PD che si è tenuto a Patti (ME) nella spettacolare location dell’Hotel Terre di Eolo, alla presenza di alcuni sindaci del luogo fra cui Mauro Aquino, sindaco di Patti, Ornella Trovato, sindaco di San Piero Patti e il vicesindaco di Lipari Gaetano Orto, anche alcuni medici del 118 messinese, Antonio Bandieramonte e Salvatore Lucifora, i quali hanno rappresentato le criticità che il sistema 118 nella provincia di Messina sta subendo in questi giorni in seguito alla disposizione contenuta nello Studio Metodologico della Regione Siciliana di ridurre le ambulanze medicalizzate a solo 13 unità in tutta la provincia di Messina. L’On. Farone, che ovviamente conosce bene la situazione, essendola già stata trasmessa in precedenti incontri a Roma con una delegazione guidata dal sindaco di Messina Accorinti dopo il già noto incontro dei primi cittadini presso la sede dell’Ordine dei Medici, ha preso atto della documentazione prodotta dai due medici, che hanno dimostrato – numeri alla mano – come in realtà la discesa dei medici dalle ambulanze così come anche la chiusura dei PTE non produrrebbero altro che maggiore spese non solo in termini economici ma anche di salute. Come infatti ha poi descritto l’on. Giuseppe Laccoto, deputato brolese all’ARS di Palermo, i costi della disabilità graverebbero maggiormente sui bilanci pubblici rispetto al modico risparmio ottenibile dal piano metodologico.

«L’on. Faraone ci ha dato immediatamente l’impressione – ha dichiarato Antonio Bandieramonte – di aver compreso i termini del problema. Abbiamo rappresentato al sottosegretario le criticità che stanno per colpire il servizio del 118 messinese e la serie di effetti negativi che si riverseranno sia in termini di salute con il ridimensionamento delle reti tempo-dipendenti sia in termini economici con l’incremento dei costi per il sostentamento delle disabilità e delle morti evitabili». Il sottosegretario ha anche chiesto non solo di prendere visione della documentazione prodotta dai due medici, ma ha anche fotografato con il proprio smartphone alcune mappe della provincia con la disposizione delle MSA che pare abbia girato agli uomini del suo staff.

«Siamo stati ascoltati. – ha poi dichiarato Salvatore Lucifora – L’on. Faraone si è dimostrato interessato e durante il dibattito l’on. Laccoto si è sbilanciato in una affermazione che non può che farci piacere in quanto rappresenterebbe il raggiungimento del nostro obiettivo: mantenere questo sistema che va esportato perché efficiente ed efficace».

Dopo l’esposizione delle criticità è stato chiesto al sottosegretario le sue posizioni e «qui – hanno dichiarato i due medici del 118 – abbiamo capito che è possibile ottenere risposte positive! Ha infatti espressamente riferito che esiste uno spazio economico di manovra per consentire l’applicazione dei correttivi che andiamo chiedendo».
Rating:
95.0
4 voti
1 2 3 4 5
Condividi su Facebook
20.07.2017 - Durissimo comunicato stampa dello SNAMI emergenza sanitaria contro una certa politica ragionieristica che in questi ultimi tempi si sta registrando anche in Sicilia. Oltre alla demedicalizzazione delle MSA del territorio (il decreto esiste ancora e non è stato ritirato), alla paventata chiusura dei PTE nella provincia di Messina (la provincia più penalizzata in tutti i sensi), adesso anche la questione dei TSO.
Sicilia
24.07.2017 - Pubblicate nel supplemento ordinario alla GURS n. 30 del 21.07.2017 le graduatorie regionali provvisorie dei medici di medicina generale valide per il 2018. Entro trenta giorni dalla pubblicazione in GURS, i medici interessati possono inoltrare istanza di riesame
della loro posizione.
Abruzzo
29.03.2017 - Pubblicata nel B.U. n. 31 del 10 marzo 2016 della Regione Abruzzo la graduatoria regionale definitiva dei medici di medicina generale valida per l'anno 2017 (DETERMINAZIONE 08.03.2017, n. DPF015/13).
Sicilia
23.12.2016 - Pubblicate nel supplemento ordinario n. 1 alla GAZZETTA UFFICIALE DELLA REGIONE SICILIANA (p. I) n. 56 del 23 dicembre 2016 (n. 40) le graduatorie regionali definitive dei medici di medicina generale valide per il 2017.
Sicilia
23.10.2016 - Pubblicate nel supplemento ordinario alla GURS n. 45 del 21.10.2016 le graduatorie regionali provvisorie dei medici di medicina generale valide per il 2017. Entro trenta giorni dalla pubblicazione in GURS, i medici interessati possono inoltrare istanza di riesame della loro posizione.
Sicilia
20.11.2015 - Pubblicate nel supplemento ordinario alla GURS n. 48 del 20.11.2015 le graduatorie regionali provvisorie dei medici di medicina generale valide per il 2016.
Campania
16.11.2015 - Graduatorie provvisorie Medici di Medicina Generale 2015. Decreto Dirigenziale n. 16 del 06.11.2015 - Approvazione e pubblicazione graduatoria provvisoria di Medicicna Generale anno 2015 valevole per l'anno 2016 redatta ai sensi dell'A.C.N. di MMG Rep. 93/2009 CSR.
Continuità Assistenziale
10.04.2017 - Pubblicato il decreto del 22 marzo 2017 che modifica ed integra l’art.11 dell’AIR di continuità assistenziale. Viene introdotto uno specifico riconoscimento che consente ai medici la possibilità di concorrere all’assegnazione di incarichi provvisori e di sostituzione di continuità assistenziale, con la presentazione di apposita istanza, anche nel periodo che va dal 1° al 30 del mese di aprile di ogni anno. Quindi è riconosciuta la possibilità di presentare istanza di partecipazione per incarichi provvisori e di sostituzione in due diversi periodi:
1. nei trenta giorni successivi dalla pubblicazione nella Gazzetta Ufficiale della Regione siciliana delle graduatorie regionali definitive di medicina generale;
2. nel periodo che va dal 1° al 30 aprile di ciascun anno solare.
Rete IMA e Rete STROKE a Messina
24.05.2015 - Attivate con delibere aziendali da parte dell'ASP di Messina, l'Azienda Ospedaliera Universitaria "G. Martino" di Messina e l'A.O. Papardo-Piemonte di Messina con il 118 della CO di Messina le procedure della rete IMA (Rete STEMI in via sperimentale per adesso) e della rete STROKE.
Malattia medici
20.10.2014 - È cambiato nuovamente l'indirizzo a cui recapitare la comunicazione di inizio malattia per i medici convenzionati con la medicina generale (assistenza primaria, continuità assistenziale ed emergenza sanitaria territoriale).
Malattia medici
18.01.2014 - Nuova modulistica per comunicare alle Generali lo stato di malattia del medico di medicina generale. Disponibile per il download i moduli ufficiali da utilizzare per i medici di assistenza primaria e per i medici di continuità assistenziale ed emergenza sanitaria.
RSS Privacy policy | Cookie policy | Contattaci | Redazione | Forum MEDPress.it 2006-2017 © - Tutti i diritti riservati
Imposta MEDPress.it come tua pagina iniziale (solo con IE)... HomePage   Preferiti Preferiti   Lettera al Direttore... Scrivi Utenti on line: