Documento senza titolo
Ultimo aggiornamento: 16 giorni fa | Giovedì, 17 agosto 2017 MEDPress.it su Facebook... Facebook | Segui MEDPress_Italia su Twitter Twitter | Forum | Rss...RSS
Il portale informativo della medicina del territorio. Assistenza primaria, SUES 118 e guardia medica
  Le News di MEDPress.it
Sesta Commissione Sanità. Parte la richiesta di audizione per il 118
Il 118 è come l’acqua, è cosa pubblica!
MEDPress.it | Pubblicato il 26.07.2017 | Articolo letto 543 volte      
PALERMO - FIMMG, SNAMI e SMI hanno appena firmato un documento comune per richiedere urgentemente di essere sentiti in Sesta Commissione Sanità all’ARS di Palermo circa le problematiche relative la prossima chiusura dei PTE e la demedicalizzazione di molte ambulanze del 118. Per queste ultime è appena passato il trucchetto contabile secondo cui il numero complessivo delle ambulanze con medico a bordo resta invariato sul territorio siciliano. Ma non è così. Perché la provincia di Messina subirà il dimezzamento della sua flotta con medico a bordo in favore della medicalizzazione di altre province già in grave carenza. Ma il numero delle ABZ medicalizzate a Messina non rappresenta assolutamente uno squilibrio perpetrato a danno delle altre province. Rappresentava e rappresenta l’ottimale rapporto tra popolazione e tipologia del territorio, rapidità di intervento e tempistica terapeutica. Oggi più che mai infatti valgono le reti tempo-dipendenti. Ma anche prima – è bene ricordarlo – l’ambulanza con medico a bordo (spiegate a cosa serve una ABZ senza personale sanitario!) deve raggiungere il target entro 8 minuti in ambiente urbano e 20 in extra-urbano. Con l’istituzione delle reti tempo-dipendenti la rapidità dell’intervento e la qualità dello stesso sono divenuti ancora più prioritari. «La discesa del medico dalle ambulanze avrà conseguenze nefaste» – ha dichiarato tempo fa il direttore della CO 118 di Messina. E purtroppo è così. Tuttavia da questo orecchio molti politici non solo non vogliono sentire, ma giocano sulla continua falsa promessa che nulla verrà smantellato. E mentre la SEUS propone investimenti per le nuove divise degli autisti-soccorritori (stilisticamente discutibili, ma questo è un altro discorso!) il decreto che rimodula il 118 non è stato né abolito né corretto e quindi la tempistica delle chiusure resta confermata. Ma adesso è venuta fuori la questione dei PTE. Carrozzoni, secondo alcuni. In realtà risorsa a costo bassissimo, se si tiene conto che finora su di esso si è investito poco e male, e soprattutto che l’unico costo vivo è rappresentato esclusivamente dai due medici in più, che però garantiscono la gestione temporanea del paziente critico da stabilizzare prima del trasferimento, ma anche la gestione di quell’ampia casistica di interventi che non vengono gestiti né dalle guardie mediche né dai medici di base e che dunque comporterebbero un aumento di afflusso nei pronto soccorso. Vedremo tempi di attesa anche di sei ore per due punti di sutura, ma anche ore per trattare una colica renale. Insomma, il futuro prossimo non è roseo.
Di questo e altro si parlerà in Sesta Commissione. I sindacati tenteranno di fornire per l’ennesima volta la giusta informazione ai politici. Sì, perché a volte il timore è non essere stati abbastanza chiari nel far capire che il risparmio apparente di oggi si tradurrà in disagi nella popolazione fino all’aumento successivo dei costi. Costi che graveranno sempre sulla tasca dei siciliani.
Ma l’appello adesso è rivolto a chi deciderà di correre per il raggiungimento della presidenza della regione siciliana nelle prossime elezioni. Che cosa intendono fare i candidati sul 118? Una cosa è però certa. Il 118 è come l’acqua, è cosa pubblica!
Approfondimenti
Rating:
100.0
3 voti
1 2 3 4 5
Condividi su Facebook
20.07.2017 - Durissimo comunicato stampa dello SNAMI emergenza sanitaria contro una certa politica ragionieristica che in questi ultimi tempi si sta registrando anche in Sicilia. Oltre alla demedicalizzazione delle MSA del territorio (il decreto esiste ancora e non è stato ritirato), alla paventata chiusura dei PTE nella provincia di Messina (la provincia più penalizzata in tutti i sensi), adesso anche la questione dei TSO.
Sicilia
24.07.2017 - Pubblicate nel supplemento ordinario alla GURS n. 30 del 21.07.2017 le graduatorie regionali provvisorie dei medici di medicina generale valide per il 2018. Entro trenta giorni dalla pubblicazione in GURS, i medici interessati possono inoltrare istanza di riesame
della loro posizione.
Abruzzo
29.03.2017 - Pubblicata nel B.U. n. 31 del 10 marzo 2016 della Regione Abruzzo la graduatoria regionale definitiva dei medici di medicina generale valida per l'anno 2017 (DETERMINAZIONE 08.03.2017, n. DPF015/13).
Sicilia
23.12.2016 - Pubblicate nel supplemento ordinario n. 1 alla GAZZETTA UFFICIALE DELLA REGIONE SICILIANA (p. I) n. 56 del 23 dicembre 2016 (n. 40) le graduatorie regionali definitive dei medici di medicina generale valide per il 2017.
Sicilia
23.10.2016 - Pubblicate nel supplemento ordinario alla GURS n. 45 del 21.10.2016 le graduatorie regionali provvisorie dei medici di medicina generale valide per il 2017. Entro trenta giorni dalla pubblicazione in GURS, i medici interessati possono inoltrare istanza di riesame della loro posizione.
Sicilia
20.11.2015 - Pubblicate nel supplemento ordinario alla GURS n. 48 del 20.11.2015 le graduatorie regionali provvisorie dei medici di medicina generale valide per il 2016.
Campania
16.11.2015 - Graduatorie provvisorie Medici di Medicina Generale 2015. Decreto Dirigenziale n. 16 del 06.11.2015 - Approvazione e pubblicazione graduatoria provvisoria di Medicicna Generale anno 2015 valevole per l'anno 2016 redatta ai sensi dell'A.C.N. di MMG Rep. 93/2009 CSR.
Continuità Assistenziale
10.04.2017 - Pubblicato il decreto del 22 marzo 2017 che modifica ed integra l’art.11 dell’AIR di continuità assistenziale. Viene introdotto uno specifico riconoscimento che consente ai medici la possibilità di concorrere all’assegnazione di incarichi provvisori e di sostituzione di continuità assistenziale, con la presentazione di apposita istanza, anche nel periodo che va dal 1° al 30 del mese di aprile di ogni anno. Quindi è riconosciuta la possibilità di presentare istanza di partecipazione per incarichi provvisori e di sostituzione in due diversi periodi:
1. nei trenta giorni successivi dalla pubblicazione nella Gazzetta Ufficiale della Regione siciliana delle graduatorie regionali definitive di medicina generale;
2. nel periodo che va dal 1° al 30 aprile di ciascun anno solare.
Rete IMA e Rete STROKE a Messina
24.05.2015 - Attivate con delibere aziendali da parte dell'ASP di Messina, l'Azienda Ospedaliera Universitaria "G. Martino" di Messina e l'A.O. Papardo-Piemonte di Messina con il 118 della CO di Messina le procedure della rete IMA (Rete STEMI in via sperimentale per adesso) e della rete STROKE.
Malattia medici
20.10.2014 - È cambiato nuovamente l'indirizzo a cui recapitare la comunicazione di inizio malattia per i medici convenzionati con la medicina generale (assistenza primaria, continuità assistenziale ed emergenza sanitaria territoriale).
Malattia medici
18.01.2014 - Nuova modulistica per comunicare alle Generali lo stato di malattia del medico di medicina generale. Disponibile per il download i moduli ufficiali da utilizzare per i medici di assistenza primaria e per i medici di continuità assistenziale ed emergenza sanitaria.
RSS Privacy policy | Cookie policy | Contattaci | Redazione | Forum MEDPress.it 2006-2017 © - Tutti i diritti riservati
Imposta MEDPress.it come tua pagina iniziale (solo con IE)... HomePage   Preferiti Preferiti   Lettera al Direttore... Scrivi Utenti on line: